Misure repressive in vista del 1 maggio di lotta

Misure repressive in vista del 1 maggio di lotta

2 giorni ago info
Operazione di polizia questa mattina che ha coinvolto diversi compagni torinesi. Dodici persone coinvolte, diverse perquisizioni, due misure cautelari ai domiciliari, quattro obblighi di dimora. L'ope…
Read More
2 giorni agoMisure repressive in vista del 1 maggio di lotta
Antifascismo oggi come 70 anni fa

Antifascismo oggi come 70 anni fa

3 giorni ago info
Questo pomeriggio (Venerdì 24 Aprile) alle 17:30 si terrà una passagiata antifascista a San Salvario.Si andrà insieme a celebrare i monumenti di partigiani e partigane nel quartiere. L'evento è organi…
Read More
3 giorni agoAntifascismo oggi come 70 anni fa
Corno d'Africa: osservatorio su guerre, povertà e migranti

Corno d’Africa: osservatorio su guerre, povertà e migranti

3 giorni ago info
Nelle scorse settimane si sono registrati attentati d parte di al Shabaab sia in Kenya (vendetta nei confronti di invasori stranieri?), in Somalia (per proseguire la tradizione che si innesta sull'esp…
Read More
3 giorni agoCorno d’Africa: osservatorio su guerre, povertà e migranti
Di detenzione amministrativa si muore

Di detenzione amministrativa si muore

3 giorni ago info
Quando qualcuno muore negli ex CPT o nei CIE il caso viene registrato da qualche giornalista o dalla stampa embedded. Ma la maggior parte delle volte i casi di decesso restano rubricati solo all'inter…
Read More
3 giorni agoDi detenzione amministrativa si muore
26 aprile No Expo a Torino: il cibo che affama

26 aprile No Expo a Torino: il cibo che affama

3 giorni ago info
Una assemblea torinese costituitasi di individualità e realtà diverse, apparentate dal disgusto nei confronti dell'Expo e di quello che rappresenta quella kermesse fatta per drenare risorse e pubblici…
Read More
3 giorni ago26 aprile No Expo a Torino: il cibo che affama

Radio Blackout 105.250 FM

Dal settembre 1992 facciamo Radio Blackout. Non siamo stati sempre gli stessi, alcuni di noi sono arrivati nel corso di questi anni, altri se ne sono andati. Ma qualcuno c’è sempre stato dietro questi microfoni, perché qualcuno ha sempre ritenuto che una radio come questa fosse utile o interessante o divertente, e ognuno ha portato i suoi gusti musicali, o i suoi interessi culturali e sociali, o una particolare competenza tecnica. Ora ci siamo noi, sentirete cosa riusciamo a fare. Abbiamo deciso di cominciare raccontandovi qualcosa sulla nostra STORIA, sull’INFORMAZIONE, sui nostri DEEJAY, sul FINANZIAMENTO, sulla FESTA, sulla REDAZIONE e su tutto ciò che facciamo per migliorare la radio. Che non ospitiamo pubblicità chi ci ascolta lo sa già, nessun programma è mai stato interrotto per pubblicizzare rosticcerie, parrucchieri o pompe funebri. Forse non tutti sanno che nessuno di noi è mai stato pagato. Siamo contro l’attuale società fondata sulla divisione in classi, sul lavoro salariato, sull’oppressione di genere, sul profitto, sul carcere, sulla guerra e su altre cose orribili ma su questo punto, invece di usare tante parole difficili e noiose, la cosa migliore è che ci ascoltiate sui 105.250 FM.