Legge di stabilità, università e ancora tagli

Legge di stabilità, università e ancora tagli

14 ore ago info
In questi giorni il dibattito politico istituzionale è incentrato sull’approvazione della Legge di Stabilità. Non manca una certa confusione per quanto concerne le singole voci di spesa. Eppure, d…
Read More
14 ore agoLegge di stabilità, università e ancora tagli
Evo Morales all'incontro del Movimenti Popolari

Evo Morales all’incontro del Movimenti Popolari

14 ore ago info
Nella fase storica attuale, con attacchi sempre più violenti da parte dei poteri economici globali all’ambiente, ai territori, ai diritti, alla partecipazione democratica e senza forze politiche i…
Read More
14 ore agoEvo Morales all’incontro del Movimenti Popolari
Napoli, contestato Padoan in solidarietà coi lavoratori di Terni

Napoli, contestato Padoan in solidarietà coi lavoratori di Terni

2 giorni ago info
Stamattina studenti e precari napoletani hanno contestato il ministro dell'economia Padoan, intervenuto a una conferenza della Bei (Banca Europea degli investimenti), con striscione cartelli e slo…
Read More
2 giorni agoNapoli, contestato Padoan in solidarietà coi lavoratori di Terni
22° compleanno del Barocchio Squat

22° compleanno del Barocchio Squat

2 giorni ago info
Dal 27 ottobre al 2 novembre settimana si iniziative per festeggiare il 22° compleanno del Barocchio Squat, casa occupata coetanea di Radio Blackout. Agli inizi degli anni '90 la chiesetta scon…
Read More
2 giorni ago22° compleanno del Barocchio Squat
La guerra civile nel PD

La guerra civile nel PD

2 giorni ago info
Dopo la Leopolda e piazza San Giovanni, la guerra civile nel PD sta divampando. L'attacco del governo Renzi al sindacato statalizzato va la di là della chiusura dei tavoli di concertazione, per inves…
Read More
2 giorni agoLa guerra civile nel PD

Radio Blackout 105.250 FM

Dal settembre 1992 facciamo Radio Blackout. Non siamo stati sempre gli stessi, alcuni di noi sono arrivati nel corso di questi anni, altri se ne sono andati. Ma qualcuno c’è sempre stato dietro questi microfoni, perché qualcuno ha sempre ritenuto che una radio come questa fosse utile o interessante o divertente, e ognuno ha portato i suoi gusti musicali, o i suoi interessi culturali e sociali, o una particolare competenza tecnica. Ora ci siamo noi, sentirete cosa riusciamo a fare. Abbiamo deciso di cominciare raccontandovi qualcosa sulla nostra STORIA, sull’INFORMAZIONE, sui nostri DEEJAY, sul FINANZIAMENTO, sulla FESTA, sulla REDAZIONE e su tutto ciò che facciamo per migliorare la radio. Che non ospitiamo pubblicità chi ci ascolta lo sa già, nessun programma è mai stato interrotto per pubblicizzare rosticcerie, parrucchieri o pompe funebri. Forse non tutti sanno che nessuno di noi è mai stato pagato. Siamo contro l’attuale società fondata sulla divisione in classi, sul lavoro salariato, sull’oppressione di genere, sul profitto, sul carcere, sulla guerra e su altre cose orribili ma su questo punto, invece di usare tante parole difficili e noiose, la cosa migliore è che ci ascoltiate sui 105.250 FM.