Aguaplano

In onda tutti i lunedì pomeriggio dalle 15 alle 17

La trasmissione “AGUAPLANO” nasce nel settembre del 2005 con l’intento di far conoscere la cultura brasiliana attraverso la musica (informazioni approfondite sull’origine, l’evoluzione e i protagonisti della musica popolare del Brasile), la storia, il cinema, la cucina, i libri, le notizie aggiornate sulla situazione attuale socio-politica. Il nome della trasmissione nasce dall’idea di trovare una parola che ricordasse il viaggio e la musica. Quale parola migliore!

AGUAPLANO è una canzone di Paolo Conte del 1987 che contiene un’indagine fatta a bordo di un piccolo aereoplano sulla baia che P.Conte ha chiamato in italiano “il fiume di gennaio” che poi è la traduzione di Rio de Janeiro. Quando Rio è stata scoperta, in gennaio, si pensava che fosse sulla foce di un fiume. L’indagine è condotta da un personaggio che si accorge che sull’acqua sta oscillando un grande pianoforte a coda, e chiede al pilota di abbassarsi per osservare meglio. Si domanda perchè, e comincia a fare delle supposizioni, di tipo sentimentale. Immagina che, con una forza erculea data dalla disperazione, qualcuno abbia scagliato da una nave un pianoforte, intorno al quale gambe di belle donne e sguardi di bella vita avevano prima fatto festa.

L’incontro del lunedì pomeriggio con il Brasile è sempre vario ed è dettato spesso da una scaletta indicativa e anche dalla sponteneità del conduttore che si occupa in due ore di trasmissione di: musica, rubrica cinematografica o letteraria, lettura di articoli di cronaca e non solo, una ricetta e per finere notizie brevi.

Spesso mi occupo di approfondire alcuni periodi importanti della storia della musica popolare brasiliana (movimenti musicali estremamente radicati nel mondo politicio), o solo della vita di alcuni artisti del passato e del presente. E’ prevista anche la presenza di ospiti (ricordo la piacevole presenza del mestre Boa Gente con tanto di live sulla capoeira e un amico che spesso ci viene a trovare, Rodrigo di Sao Paulo…).

Aguaplano è condotta da Babaluba, appassionata di musica brasiliana, che partecipa anche alla conduzione con altri dj della radio alla trasmissione Umoradio del sabato dalle 12 alle 15.

Buon ascolto!

BIBLIOGRAFIA 

CANTO LATINO – origine evoluzione e protagonisti della musica popolare del brasile

Giancarlo Mei – Stampa Alternativa

CAETANO VELOSO E GILBERTO GIL – FRATELLI BRASILE
Marco Molendini – Stampa alternativa

VERITA’ TROPICALE – .Musica e rivoluzione nel mio Brasile
Caetano Veloso – Feltrinelli

SAMBA
Orestes Barbosa – Sellerio Editote Palermo

TROPICALIA: LA STORIA DI UNA RIVOLUZIONE

Calado, Casalis – Arcana edizioni

L’IMMAGINAZIONE AL POTERE
Gilberto Gil – Arcana edizioni

JOAO GUIMARAES ROSA
Grande sertao
Miguilim
Mio zio il giaguaro

JORGE AMADO
Dona Flor e i suoi due mariti
La bottega dei miracoli
Vita e miracoli di Tieta d’Agreste
Santa Barbara dei fulmini
Cacao
Sudore
…e tutti gli altri libri

ZELIA GATTAI
Anarchici grazie a Dio
Cronache di un’innamorata
Città di Roma

UN SAMBA PER SHERLOCK HOLMES
L’UOMO CHE UCCISE GETULIO VARGAS
Jo Soares- Einaudi

LA CUCINA DI BAHIA
Jorge Amado e Paloma Jorge Amado – Einaudi tascabili

STORIE DI BAHIA – fiabe e leggende di tutto il mondo
Mondadori

LA VACCA NELLA SELVA
LA VACCA VOLANTE
Edy Lima

IL PAPPAGALLO CHE FA CRA-CRA – fiabe della tradizione brasiliana
Francesca Lazzarato – Mondadori

AMAZZONIA DOVE LE RANE MUGGISCONO
Michael Cox – Piemme junior

IN AMAZZONIA
Azzurra Carpo – Feltrinelli traveller

AMAZZONIA – viaggio dall’altra parte del mare
Yurij Castelfranchi – Editori Laterza

TERRE DI NESSUNO
Franco Perlotto – Sperling & Kupfer

AMAZZONIA, UN GIGANTE FERITO
Alain Gherbrant – Universale Electa Gallimard

TROPICO BANANA – Italianos da Cuba al Brasile
Pietro Scòzzari – Feltrinelli traveller

LETTERE DA UN CARCERE BRASILIANO
Francisco Juliào – Cittadella Editrice Assisi

TESTIMONIANZA SULLO “SQUADRONE DELLA MORTE”
un giudice contro l’illegalità poliziesca in Brasile
Helio Pereira Bicudo – Einaudi

VIAGGIO NEL PAESE DI LULA
Tortajada, Ana

…….e tutte le guide che riuscite a trovare….e se la sfiga vi pianta le radici nell’Angusta Taurinorum e momentaneamente non potete volare, bhe! Si può sempre sognare……