Nuove misure cautelari contro i No Tav: Caselli non demorde

Scritto dasu 26 Giugno 2012

E’ avvenuto nella mattinata di ieri ma la notizia è iniziata a trapelare tra il movimento solo nel tardo pomeriggio.

Ad un anno dallo sgombero della Maddalena e dal 3 luglio, il teorema giudiziario della procura della Republica di Torino, guidata da Gian Carlo Caselli non si ferma, e scattano nuove misure cautelari per gli scontri del 3 luglio, quando il movimento assediò il cantiere sorto dopo lo sgombero manu militari della Libera Repubblica della Maddalena. Luca, 20 di Vaie, valsusino e Elena, 25 anni di Bologna sono stati colpiti da provvedimenti di arresto e privazione della libertà,  nello specifico Luca ha l’obbligo di dimora, mentre Elena è agli arresti domicialiari.

 

Ma il movimento non si ferma e rilancia con una nuova passeggiata serrale verso il cantiere per mercoledì sera, un ampio dibattito pubblico al campeggio il il 3 luglio per affrontare il maxi-processo e un grande presidio con delegazioni nazionali il 6 luglio di fronte al tribunale

 

Abbiamo fatto il punto con Francesco, del comitato di lotta popolare di Bussoleno eredattore di notav.info

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/06/fancesco_notav_26_6_12.mp3]  scarica file


Continua a leggere

Current track
TITLE
ARTIST