Sgomberata l’ex Diatto

Scritto dasu 5 Giugno 2013

polizia_diatto--330x185Alle prime ore dell’alba di questa mattina è stata sgomberata l’ex Diatto di via Cesana. Immediatamente sono partiti i lavori di demolizione della vecchia fabbrica.
L’Ex Diatto, occupata il 6 gennaio da “Snia rischiosa”, un comitato di cittadini decisi ad opporsi ai progetti di speculazione edilizia sull’area, ha ospitato numerose iniziative dai mercatini di genuino/clandestino alle presentazioni di libri “alla fine della fiera”.
La polizia e le ruspe hanno posto la parola fine al tentativo di salvare all’uso pubblico quest’area del quartiere, destinata ad accogliere l’ennesimo centro commerciale, un parcheggio, e 119 alloggi di pregio. Chi abita a San Paolo sa bene che un’ulteriore polo commerciale a pochi passi da uno dei maggiori mercati cittadini è del tutto inutile.
Sebbene l’emergenza abitativa sia gravissima, non saranno i 119 nuovi alloggi costosi a risolverla. Anzi! Le case vuote non mancano, quello che manca è il reddito per pagarle.

Al momento dello sgombero all’ex Diatto non c’era nessuno, ma presto alcuni solidali sono accorsi. La polizia li ha respinti con una breve carica, ma presto si è costituito un presido all’angolo tra via Revello e via Moretta, che ha informato i cittadini di quanto stava avvenendo.

Questa sera alle 21 appuntamento alla rotonda di corso Racconigi angolo via Frejus.

Leggi il comunicato degli occupanti dopo lo sgombero

Ascolta il resoconto di Luigi dal presidio

ex diatto1

Aggiornamento delle 12,45. Blocco di protesta: la diretta con Claudio

ex diatto2

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST