Israele continua nella strategia del terrore in Palestina

Scritto dasu 17 Marzo 2014

gaza-strip

 

 

 

 

Nel pomeriggio di venerdì 14 marzo,circa 40 persone sono rimaste ferite a seguito della repressione delle manifestazioni che si sono svolte in tutta la Cisgiordania centrale. Tra i feriti ci sono 35 palestinesi dei quartieri di Abu Dis e Eizariya, a Gerusalemme Est, e 2 a Beitin. Inoltre, a Bi’lin, un attivista norvegese è stato colpito alla schiena da un lacrimogeno sparato dalle forze israeliane.                                                                                                                                                      Le manifestazioni si sono svolte dopo una settimana di intensa violenza nella regione, dopo che attacchi aerei israeliani si sono abbattuti sulla Striscia di Gaza, e razzi palestinesi sono stati lanciati da Gaza a seguito dell’uccisione di sette persone, in Cisgiordania e nella Striscia, da parte delle forze israeliane.

Intanto nella Striscia di Gaza continua la vita di tutti i giorni facendo i conti con la mancanza di beni di prima necessità, come la luce e l’acqua, in quel campo di prigionia a cielo aperto che è la striscia di Gaza.

La corrispondenza di Marco dell’ISM     marco

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST