Pulizia olimpica a Rio de Janeiro

Scritto dasu 2 Agosto 2016

27cf55_e868232f9a1e40f28acffa8098d02750In vista dell’inizio delle olimpiadi, il governo brasiliano ha applicato alcune misure “antiterrorismo” vietando le manifestazioni a Rio de Janeiro e incrementando i controlli contro venditori ambulanti e abitanti dei quartieri poveri. Enormi pannelli sono stati collocati per coprire la vista delle favelas a turisti e vip ospiti della vetrina olimpica.

Resta elevatissimo il numero dei brasiliani uccisi dalla polizia: il dato è il più alto del mondo, ancor più di quello degli Stati Uniti.

A livello politico è in sospeso la questione dell’impeachment alla presidente Dilma Rousseff, anche se dopo le proteste popolari ci sono possibilità che essa venga reinsediata, segnando il fallimento del golpe giudiziario neoliberista di Temer. In ogni caso la maggioranza che l’aveva eletta è sfaldata, dunque è probabile il ricorso a nuove elezioni. Il Frente Brasil Popular, cartello di partiti e associazioni progressiste, spinge anche per una riforma costituzionale prima delle elezioni.

Ascolta l’intervista di stamattina con Manfredo, compagno torinese dottorando all’università di Salvador:

Unknown

 


Current track
TITLE
ARTIST