Il consiglio di Stato manda gli studenti a farsi benedire

Scritto dasu 28 Marzo 2017

La chiesa cattolica incassa un successo. Poco prima di pasqua il Consiglio di Stato ha ribaltato la decisione del Tar dell’Emilia Romagna, che aveva annullato la delibera con cui un consiglio di istituto di Bologna aveva autorizzato le benedizioni a scuola.
Fuori dalle lezioni e facoltative, le benedizoni a scuola sono considerate legittime.

La questione sulle benedizioni, finita persino sul New York Times, scaturì dal ricorso presentato da alcuni docenti e genitori dell’istituto comprensivo 20 di Bologna e dal comitato ‘Scuola e costituzione’. Un anno fa, in primo grado il tribunale amministrativo aveva accolto le loro ragioni, dicendo che la scuola non poteva essere coinvolta in un rito attinente unicamente alla sfera individuale di ciascuno.
Oggi il consiglio di Stato manda gli studenti a farsi benedire.

Non è che punta di un iceberg fatto di finanziamenti alle scuole confessionali, insegnamento della religione cattolica nelle scuole statali a spese di tutti, cattolici e non.

L’interesse della chiesa cattolica, i cui praticanti reali sono sempre meno, e poco bilanciano le mega kermesse papali sponsorizzate generosamente dai media come quella dello scorso weekend a Milano. Agenzie e quotidiani hanno scritto che Jorge Bergoglio è stato accolto da oltre un milione di persone. I due stadi dove si è esibito, il Meazza e San Siro, hanno una capienza massima di circa 80.000 posti ciascuno. Facile constatare che i conti non tornano.

Ne abbiamo parlato con Francesco.

Ascolta la diretta:

2017 03 28 benedizioni francesco


Continua a leggere

Current track
TITLE
ARTIST