Difendiamo il diritto alla casa: oggi presidio sotto il Comune

Scritto dasu 3 Dicembre 2018

Oggi alle 14 presidio sotto il Comune di Torino contro sgomberi e speculazioni.

Col Decreto Sicurezza per mano del Ministro dell’Interno Salvini è arrivato un nuovo durissimo attacco alle occupazioni abitative: la legge Salvini nella parte dedicata all’ordine pubblico mette sotto la lente della repressione proprio chi lotta per il diritto alla casa, e dal ministero della propaganda e del razzismo si diramano circolari ai Prefetti nei diversi comuni per spronarli ad una nuova linea dura proprio nei confronti degli e delle occupanti di case.

In Prefettura a Torino, un vice-prefetto è delegato a sovrintendere la questione e pare che le forze dell’ordine abbiano già eseguito un primo censimento volto a stilare un elenco di luoghi prioritari da sgomberare. Anche alcuni funzionari dell’ufficio casa del Comune hanno iniziato a farsi vivi con alcune famiglie che vivono nelle case occupate, con una non meglio specificata richiesta di effettuare un ‘censimento conoscitivo’ all’interno degli edifici.

Deve essere chiaro alla Sindaca Appendino, all’assessore Schellino e a tutta la giunta e il consiglio comunale che non siamo disposti ad accettare nessuno sgombero.

Le uniche soluzioni reali per il problema della casa in città sono una moratoria per gli sfratti e gli sgomberi, una sanatoria per tutte le occupazioni, l’esproprio per ragioni sociali degli immobili privati tenuti vuoti e una ripresa di investimenti massicci per l’edilizia popolare. Queste le politiche che vogliamo, queste le uniche vere politiche che possono segnare una discontinuità reale col passato: discontinuità che ormai è chiaro, questa giunta, non vuole rappresentare, asservita ai diktat del Governo da una parte e alle richieste di banche e fondazioni dall’altra.

Ascolta l’intervista di stamattina con Guazzo del CSOA Gabrio:

casa


Current track
TITLE
ARTIST