Il Balon, quello vero, resiste e non va via

Scritto dasu 7 Ottobre 2019

Stamattina abbiamo fatto una lunga chiacchierata in studio con Claudia, a proposito del mercato del Balon e di quanto accaduto venerdì e sabato: la polizia ha chiuso e militarizzato l’area Molassi – San Pietro in Vincoli per impedire il mercatino del libero scambio, che da nove mesi si svolgeva in maniera totalmente abusiva. Nella Porta Palazzo gentrificata il segmento più povero dei venditori se ne deve andare, possono restare solo antiquari, mobilieri e chi possiede costose licenze.

Tra i venditori del mercatino le divisioni, la vulnerabilità, la paura di ricatti, la logica del tornaconto individuale hanno prevalso e una buona parte ha accettato il trasferimento nel ghetto di via Carcano, ma una minoranza ha ricostituito un nucleo di mercato abusivo ai margini di quello regolare: come era anni fa prima che venisse creato il mercatino del libero scambio.

Cosa accadrà nelle prossime settimane? Il ghetto di via Carcano con le sue norme, la sua ubicazione, la sua capienza comunque limitata non è in grado di ospitare tutti coloro che in questi mesi gravitavano intorno a San Pietro in Vincoli, per quante possano essere le migliorie promesse della Giunta comunale, e se non si spostano anche gli acquirenti non garantirà un reddito analogo. Senza contare che gli odiatori dei poveri della destra regionale lo vogliono chiudere del tutto.

Appuntamento quindi al prossimo venerdì a Porta Palazzo: alle 17 assemblea in piazza Borgo Dora e poi a seguire per fare sì che il vero Balon, quello abusivo, continui a vivere la sua storia plurisecolare.

Ascolta la trasmissione:

claudiabalon


Continua a leggere

Prossimi articoli

Fine pena mai?


Thumbnail
Current track
TITLE
ARTIST