Il Covid 19 è in Africa: contagi in 47 paesi, rivolta in carcere a Khartum

Scritto dasu 31 Marzo 2020

A boda-boda, or motorcycle taxi, driver wears a makeshift mask made from a local fabric known as Kitenge as he looks for customers in the Kibera neighbourhood of Nairobi, Kenya Friday, March 20, 2020. For most people, the new coronavirus causes only mild or moderate symptoms such as fever and cough and the vast majority recover in 2-6 weeks but for some, especially older adults and people with existing health issues, the virus that causes COVID-19 can result in more severe illness, including pneumonia. (AP Photo/Patrick Ngugi)

Quasi tutti i Paesi del continente hanno preso misure importanti, talvolta draconiane, per contrastare l’espandersi della pandemia.
Com’è la situazione in Kenia, Mali, Zimbabwue, Nigeria, Sudan, Mali, Uganda, Sudafrica?
L’estrema debolezza dei sistemi sanitari della maggior parte di questi paesi, la povertà diffusa, inducono regimi autoritari ad imporre limitazione durissime della libertà, che mirano a soffocare sul nascere l’esplosione delle bombe sociali che l’epidemia potrebbe innescare.

Abbiamo provato a capirne di più con Massimo Alberizzi di Africa Express.

Ascolta la diretta:

Scarica l’audio

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST