Al Caat di Torino tra repressione anti-sindacale e nuovi scioperi

small_141016-084818_ProtesteCAAT06-770x512Dopo la nottata di mobilitazione del 16 ottobre scorso, le condizioni di lavoro per i quasi 800 facchini che prestano il loro servizio al Caat (Centro Agro Alimentare di Torino) non sembrano migliorare, anzi la direzione del  più grosso centro orto-frutticolo della regione, i grossisti, finanche le cooperative che gestiscono la forza-lavoro utilizzano la tragedia accorsa la notta del 16 ottobre (la morte accidentale di un padroncino per infarto) per mantenere basse le paghe e impedire l’acquisizione dei diritti sindacali di base.

In fondo, le richieste dei facchini, organizzati nel sindacato Sì-Cobas, non sono niente di fantascientifico: l’applicazione del contratto nazionale di categoria per tutti i lavoratori di tutte le cooperative operanti nel centro di smistamento, con il rispetto della paga oraria minima  di 8 euro l’ora.

Nonostante la moderazione della rivendicazione, i facchini stanno trovando nella controparte un  muro di gomma, ben sintetizzato dal comunicato della presidenza del Caat e dalla decisione di grossisti e cooperative di non riconoscere e non voler aprire nessuna trattativa con i SìCobas, l’unico sindacato operante nei capannoni del Caat.

Alcuni lavoratori confermano pressioni individuali e generiche promesse di aumenti salariali singoli per chi disdice l’iscrizione al sindacato. Il caso più eclatante resta per ora quello relativo al subentro di una cooperativa ad un’altra (che chiudeva per fallimento) presso lo stand del grossita Almonte: alcuni lavoratori particolarmente esposti non si son visti confermare la nuova assunzione. Ne è seguito però un presidio interno con astensione dal lavoro che ha ricondotto i nuovi padroni a più miti consigli. Iniziative simili si sono già susseguite nelle scorse settimane, accompagnate da volantinaggi e assemblee esterne. Il rifiuto di confrontarsi con lavoratori e sindacato non avrà vita lunga, è solo questione di tempo!

Ascolta l’intervista con Franco Latorraca dei SiCobas-Torino

franco_Caat_post160




Current track
TITLE
ARTIST