Solidarietà dalla CUB Piemonte

La Confederazione Unitaria di Base ritiene la decisione del Comune di
Torino di non rinnovare il contratto di affitto dei locali siti nella
palazzina di Via Cecchi a Radio Blackout molto grave e lesiva della
libertà di espressione.

La decisione del sindaco Sergio Chiamparino rappresenta una ritorsione
nei confronti di una radio scomoda e che molti vorrebbero vedere chiusa.

Una radio che ha sempre dato voce ai movimenti popolari, alle lotte dei
lavoratori, degli immigrati, senza sconti denunciando quelli che sono i
poteri forti e tutti coloro i quali vogliono mettere sempre di più “le
mani sulla città”.

La Confederazione Unitaria di Base esprime, quindi la più sentita
solidarietà a tutti i compagni della redazione di Radio Blackout e si
impegna a sostenerli nella loro azione a difesa della libertà di
espressione.

Confederazione Unitaria di Base/Piemonte

Torino, 6 febbraio 2010

Potrebbe anche interessarti...