NoExpo MayDay – Contributi in divenire

milano(in continuo aggiornamento)

A partire dalla oggettiva complessità della fase e consapevoli della necessità di aprire il piano del confronto nel movimento, piuttosto che delimitarlo a-priori, questa mattina abbiamo scelto di non offrire una lettura univoca e secca di quanto avvenuto alla MayDay milanese – magari nel tentativo di portare acqua ad un mulino come sembrano fare alcune analisi sociologizzanti e pre-confezionate che, pubblicate quasi in contemporanea ai “fatti”, appaiono da essi velocemente superate. Al contrario, abbiamo provato a creare una cartografia, tutta in divenire, delle diverse narrazioni ed analisi che in questi giorni ed in queste ore vengono espresse dalle diverse soggettività del movimento. Con l’obiettivo di favorire processi di confronto, aperto e politico, sul piano della costruzione di immaginari e pratiche intorno ed oltre il primo maggio ed Expo. Confronto di cui si sente forte l’esigenza e che però, per darsi, necessiterà di spazi e tempi adeguati e per nulla “dati”. Se la politica è arte del desiderio, crediamo che sia necessario ripartire dal piano degli immaginari e delle molteplici soggettività esistenti e potenziali, per affrontare i nodi del conflitto, del consenso e soprattutto della composizione, in grado di produrre pratiche politiche volte alla radicale trasformazione dell’esistente che siano all’altezza del tempo che viene.

La cartografia che proponiamo si compone di letture collettive ed individuali, che attraversano le diverse scale su cui è necessario articolare i ragionamenti (locale, translocale, europea, globale), che continueremo ad aggiornare nel corso dei prossimi giorni.

Dopo il primo maggio – di Marco Bascetta e Sandro Mezzadra

C’è un’autostrada tra Baltimora e Milano? – di Cinzia Arruzza e Felice Mometti

L’intelligenza strategica – di Cristina Morini

Questioni di prospettiva. Un giudizio politico su Expo, Mayday e dintorni – di ∫connessioni precarie

Dopo la NoExpo MayDay, verso #alterExpo – di Attitudine NoExpo

Lo spazio dei movimenti e la guerra simulata – di DINAMOpress

Alla ricerca di un (reale) conflitto sociale – di Ri-make/Communia Net

La ragione e l’odio: NoExpo MayDay 2015 – di Cock Sparrer

Contro l’Expo e gli sciacalli del giorno dopo – di Militant

Il fumo e la sostanza – di Cantiere

Milano. Quello che va detto – di Contropiano

Un po’ di possibile, altrimenti soffochiamo…– lettera aperta ai compagni e alle compagne

Ex Post – di Spazio Politico Comune

Dalla parte dei teppisti – di Franco Berardi Bifo

Guardando l’incendio di Milano dal Bronx – di Degage

Non a tutti piace Expo – di Infoaut

Dalla parte del mostro: sul primo maggio e oltre – di Hobo Bologna

Editoriale – Milano in Movimento

Expo: Renzi si accorge che c’è vita oltre Twitter – di Senza Soste

Expo: torna il partito della paura e ci affoga di debito, cemento e precarietà – di Indicom – Indipendenti per il comune: Laboratorio Acrobax, Alexis Occupato

Osare e perdere – di PrecariACT

“Darei la (tua) vita perche tu possa esprimere la mia idea” – di Resistenza Animale

(in aggiornamento)

 

Potrebbe anche interessarti...