Di Occupazioni, T.A.Z e d’ altre Utopie concrete

tazChiacchiere sparse con Adriano “BOSTIK”, già tastierista dei Contropotere e occupante del Tien’a Ment, storica occupazione napoletana, sulla tre giorni, da poco conclusasi nella città partenopea, di concerti, dibattiti, autoproduzioni e libero scambio di idee sulle occupazioni di ieri e di oggi. Il ricco programma, ospitato allo Scugnizzo Liberato, nel Centro Storico di Napoli, già immensa città detentiva per minori in quanto storico riformatorio, oggi occupato, ha visto alternarsi concerti, presentazioni di libri autoprodotti e tavole rotonde specifiche sulla questione della controcultura nei suoi fenomeni storici e nelle sue prospettive più attuali. Un ‘occasione per rivendicare, anche, l’alterità delle occupazioni rispetto al potere istituzionale, e per sottolineare l’importanza di una refrattarietà sempre attuale rispetto a politiche che a volte tendono a inglobare le occupazioni stesse e la portata altra dei loro discorsi attraverso processi di istituzionalizzazione e -di fatto- di neutralizzazione. Infine, lo spunto per ricordare una TAZ a venire, quella  torinese che a fine settimana rianimerà le strade del capoluogo tramortite dalla campagna elettorale.

Ascolta la diretta con Adriano “Bostik”

Unknown

Potrebbe anche interessarti...