Un Brexit tutto all’inglese

brexit-3

A pochi giorni dalla data referendaria che vedrà gli elettori britannici chiamati ad esprimersi sull’opportunità di rimanere parte dell’Unione Europea per la Gran Bretagna, i mercati internazionali si scaldano al ribasso temendo le imprevedibili conseguenze delle urne. Gli euroscettici si sono spesi soprattutto sul fronte xenofobo anti-immigrati (ed in particolare, quelli provenienti dall’unione), gli euroconvinti sono frammentati e puntano sulle conseguenze economiche della possibile uscita.

Un dato che emerge da alcuni analisti è una estrema frammentazione, geografica, sociale e politica dei fronti per il Sì e per il No.

Ne parliamo con Matteo Zola, di EstaJournal:

brexit

 

 

Potrebbe anche interessarti...