Un spezzone critico al Pride di Torino

Al decennale del Torino Pride (cominciato nell’anno delle olimpiadi, il 2006), un gruppo variegato di soggettività si sta organizzando per costruire uno spezzone critico alla manifestazione di sababo 9 luglio, che porti in piazza contenuti meno omologati ed omogeniei di quelli del Pride istituzionale.

Nell’anno dell’approvazione (monca) del DDL Cirinnà, quando la neo-Sindaco Chiara Appendino ha costruito parte della sua campagna elettorale sull’inclusione di gay e lesbiche nella propria giunta comunale, l’appiattimento del discorso sui diritti (soprattutto di qualcuno) non può essere l’unica voce ad uscire dal momento pur importante del Pride.

Ne parliamo con Cristian Lo Iacono, dell’Assemblea Queer Torino: Unknown

Condividi...Share on Reddit0Pin on Pinterest0

Potrebbe anche interessarti...