Sisma centro Italia, arriva il decreto legge. Aggiornamento dalle zone terremotate

Via libera del Consiglio dei Ministri al decreto legge sul terremoto che il 24 agosto ha colpito il centro Italia. In 53 articoli, il decreto fissa i capisaldi di tutti gli interventi necessari alla ricostruzione e al sostegno alla di una “ripresa economica” delle zone colpite dal terremoto. Molteplici le misure di sostegno previste: risarcimento integrale per le case e gli edifici colpiti, prestito d’onore per il riavvio delle attività produttive, cassa integrazione in deroga per i lavoratori di imprese coinvolte nel sisma, rinvio di imposte e tasse per quanti (singoli e imprese) documenteranno che l’impossibilità del pagamento è strettamente connessa al terremoto. Agevolazioni per i risarcimenti anche per le seconde case, task force per aiutare le imprese agricole dell’area.

Intanto, nelle zone terremotate in centro Italia, la solidarietà attiva continua a darsi quotidianamente, fornendo aiuto concreto alla popolazione, lasciata da sola da parte delle istituzioni. All’indomani della presentazione del Decreto legge, quello che si percepisci tra i cittadini e le cittadine, è diffidenza verso un piano di ricostruzioni promesso, che solo il tempo dirà in che termini e in quale misura verrà attuato. Al di là dell’occasione ghiotta, da parte del Governo, di acquisire credibilità elettorale, all’indomani dell’approvazione del decreto, abbiamo provato a fare il punto della situazione sulle zone terremotate direttamente con chi fornisce aiuto in loco.

Ascolta la diretta con Valerio delle Brigate di Solidarietà Attiva:

brigate_solidarieta_attiva

 

Condividi...Share on Reddit0Pin on Pinterest0

Potrebbe anche interessarti...