Cancellati dalla legge di Bilancio i fondi per il post-Expo

padiglione-italia

Il capitolo post-Expo2015 sparisce (o quasi) dalla legge di Bilancio. Nella versione definitiva del testo approvato dal Quirinale e in arrivo al Parlamento per la discussione, infatti, non c’è traccia dell’articolo che destinava finanziamenti per 13 milioni di euro per il 2017 a due progetti legati alla chiusura della fiera milanese: uno destinato al trasloco delle facoltà scientifiche dell’università statale di Milano sui terreni dell’esposizione, l’altro necessario a consentire la liquidazione della società Expo.

Saltati dunque gli 8 milioni di euro che le ultime bozze della legge prevedevano di prelevare da fondi dedicati alla ricerca per consentire l’avvio dei lavori per la costruzione del nuovo Campus universitario e i 9,5 milioni di euro (4,8 per il 2017) con cui il ministero dell’Economia dovrebbe rifinanziare la società Expo (soldi, questi, necessari per ultimare entro il 2021 il progetto di liquidazione della società, che altrimenti dovrà portare i libri in tribunale).

Restano invece nella versione finale della legge di Bilancio le autorizzazioni di spesa per lo Human Technopole, il centro di ricerca che dovrebbe fare da volano allo sviluppo delle aree Expo e che, nei progetti del governo, dovrebbe sorgere proprio accanto al campus della statale.

Al netto delle ripetute promesse del governo Renzi e delle martellanti retoriche “expo-ottimiste” con cui si è tentato di nascondere il disastroso bilancio economico (e giudiziario…) del grande evento, a distanza di un anno dalla chiusura dell’esposizione rimane dunque grande incertezza sul futuro dell’area.

Abbiamo commentato la notizia con Abo del collettivo OffTopic:

abo_postexpo

Condividi...Share on Reddit0Pin on Pinterest0

Potrebbe anche interessarti...