Appendino come Fassino: dal corteo no-sfratti di sabato

Il corteo di sabato contro i padroni della città, promosso innanzitutto dal movimento di lotta per la casa, è stato anche il primo corteo di protesta contro l’amministrazione comunale Appendino, che in questi mesi non ha saputo invertire la rotta rispetto alla precedente giunta Fassino e si mostra succube ai vincoli di bilancio e ai dettami della Banca S.Paolo, della Fiat e degli altri esponenti del Sistema Torino.

Ciò avviene proprio mentre un elemento del piano casa di Lupi sembra essere scalfito, in quanto un emendamento al decreto Minniti approvato pochi giorni fa alla Camera prevede la possibilità per i sindaci di concedere la residenza agli occupanti di case. Almeno questo il comune di Torino lo farà?

Al corteo di sabato hanno partecipato anche i lavoratori licenziati politici Safim, reduci da una dura giornata di lotta venerdi scorso con 20 ore di picchetto davanti all’azienda.

Ascolta le valutazioni con Andrea:

Unknown

Condividi...Share on Reddit0Pin on Pinterest0

Potrebbe anche interessarti...