RussiaGate in vista

Il caso Russiagate comincia a prendere forma, il coinvolgimento di Mosca nelle elezioni americane di Donald Trump potrebbe essere accaduto per davvero. Ne è arrivata la conferma ufficiale da parte di James Comey, direttore dell’FBI nel corso dell’audizione della Commissione Intelligence della Camera dei rappresentanti. Ma per la Casa Bianca “niente” è cambiato e non esiste “alcuna prova” contro il presidente, dopo la conferma di Comey, dell’esistenza di quest’indagine. Anzi, sul proprio profilo Twitter presidenziale, Trump posta una cascata di commenti e l’audizione del capo dell’Fbi in pillole video.

Tra post-verità e dinamiche interne al partito repubblicano, Trump non sente ancora odore di impeachment, ma il futuro potrebbe non promettere bene.

Ne parliamo con Martino Mazzonis, americanista: mazzonis_russiagate

Potrebbe anche interessarti...