Nuova giornata di lotta allo stabilimento Coca Cola di Nogara

Da quasi un mese i lavoratori della Coca Cola di Nogara (in provincia di Verona, dove ha sede il più grande stabilimento del sud Europa della multinazionale statunitense) sono in sciopero per le conseguenze del cambio d’appalto del servizio di logistica dello stabilimento, che ha comportato il licenziamento di 14 lavoratori e la modifica del contratto a tempo indeterminato.

 

Tra le ragioni dello sciopero c’è anche la solidarietà tra lavoratori e l’opposizione alla deriva antisindacale del consorzio: i 14 licenziati sono infatti i più attivi nelle battaglie portate avanti negli ultimi anni da AdlCobas.

 

Nelle scorse settimane la lotta di Nogara è stata caratterizzata da una repressione spesso brutale, con un grosso dispiego di forze dell’ordine e con episodi in cui i lavoratori sono stati aggrediti anche con l’uso di pistole elettriche, i taser.

 

Da questa mattina è in corso una nuova giornata di lotta davanti ai cancelli dello stabilimento.

 

La corrispondenza dallo sciopero e le ragioni della lotta con Olol di Adl Cobas:

cocacola_nogara

Potrebbe anche interessarti...