Milano, rastrellamenti in piazzale della stazione

Imponente operazione delle forze dell’ordine alla stazione centrale di Milano ieri nel primo pomeriggio contro i migranti. Gli ingressi della Stazione centrale sono stati quasi tutti chiusi, tranne quelli laterali presidiati dalla polizia. Un centinaio di migranti  sono stati identificati dalle forze dell’ordine fermati e “deportati”  sui pullman della polizia che stazionano lungo la piazza, dopo essere stati perquisiti. Una decina quelli tuttora in stato di fermo, dei quali si stanno cercando di avere notizie.

Su piazzale Duca d’Aosta, unità cinofile che controllano i giardinetti dove stazionano quotidianamente gli immigrati ma anche molti senzatetto, è arrivata anche la polizia a cavallo ed un elicottero controlla dall’alto le operazioni di “rastrellamento” E’ stato inoltre chiuso l’accesso alla metropolitana da piazza Duca d’Aosta. In piazza è anche arrivato lo sciacallo Matteo Salvini.

L’operazione è solo il primo passo di un giro di vite sui migranti e senza casa che si trovano in Stazione Centrale, a seguito anche della chiusura di un Hub milanese, prevista per i prossimi mesi, su impulso del nuovo questore Marcello Cardona.

Ascolta la diretta con un compagno dell’Assemblea No Border di Milano:

milano

Potrebbe anche interessarti...