Solidarietà dal basso verso i migranti in Val Susa

Essendo sempre più difficile passare in Francia da Ventimiglia, da mesi è aumentato il numero dei migranti che tentano di attraversare il confine italo francese passando dalla Val Susa, e con l’aumento del freddo il viaggio è sempre più precario e pericoloso.

Perciò alcuni compagni in Alta Val Susa si stanno organizzando per offrire loro assistenza e solidarietà, mentre la direzione di Trenitalia col solito cinismo aziendale per alcuni giorni ha fatto chiudere le sale d’aspetto delle stazioni di Oulx e Bardonecchia, per evitare assembramenti, prima che la Prefettura ordinasse di fare marcia indietro.

In proposito ascolta l’intervista a Luchino di Radio No Tav:

Unknown

 

Qui potete ascoltare invece la diretta con Davide realizzata venerdì mattina

 

StazioniValSusa

Potrebbe anche interessarti...