Anarres del 3 febbraio. Fantascienza, Trump, autogestione, autoproduzione, distribuzione fuorilegge, in giro per uffici postali

Come ogni venerdì, il 3 febbraio, dalle 10,45 alle 12,45, sui 105,250 delle libere frequenze di Blackout, siamo sbarcati su Anarres, il pianeta delle utopie concrete.
Ci puoi ascoltare anche in streaming

Ascolta il podcast:

2017 02 03 anarres1

2017 02 03 anarres2

2017 02 03 anarres3


In questa puntata:

Fantascienza e immaginario sovversivo. Ne parliamo con Daniele Barbieri, blogger, autore di testi sulla fantascienza


Trump e il nuovo secolo americano. Ne parliamo con Lorenzo Coniglione


Percorsi di sottrazione dall’istituito: autogestione, autoproduzione, distribuzione fuorilegge.

Ne discutiamo con Stefano Boni, antropologo, docente all’università di Modena e Reggio


In giro per uffici postali

Appuntamenti

Venerdì 10 febbraio
ore 21 corso Palermo 46

Fantascienza e immaginario sovversivo
La nostra società e le tante possibili nello specchio della narrativa di anticipazione. I luoghi e i tempi altri di un genere letterario che interseca lo sguardo antropologico, quello della sociologia e della filosofia della scienza.
Tanti gli autori che ci hanno offerto prospettive libertarie e di critica radicale.
Si parte da Anarres, il pianeta immaginato da Ursula Le Guin per approdare tra le pagine di Kurt Vonnegut, Erik Frank Russell, Norman Spinrad, Marge Piercey e tanti altri autori libertari e sovversivi


Incontro con Daniele Barbieri, bipede terrestre, ex giornalista controcorrente e ora blogger, collabora con
A. Fra i suoi libri Agenda nera sui primi 30 anni del neofascismo italiano. E’ autore (con Riccardo Mancini e con Raffaele Mantegazza) di testi per usare la fantascienza a scuola. Con notevole sfacciataggine si improvvisa spesso formatore, attore, regista.
0000


Sabato 18 febbraio ore 10,30

Manda una cartolina a Poste Italiane
presidio contro le deportazioni in corso Giulio Cesare 7 – nei pressi dell’ufficio postale.
In caso di pioggia il presidio diventa itinerante
Mistral Air, la compagnia aerea di Poste Italiane, non trasporta lettere, pacchi e cartoline… ma deporta rifugiati e migranti in paesi dove non vogliono tornare.
Fuggono guerre, miseria, persecuzioni, dittature. C’è chi non vuole sottostare ad un matrimonio forzato e chi non intende fare il soldato. C’è anche chi, semplicemente, vuole andare in Europa, perché desidera un’altra vita.
Tutti si trovano di fronte frontiere chiuse, filo spinato, polizia ed esercito.
0000

Venerdì 24 febbraio ore 21
corso Palermo 46

Trump e il nuovo secolo americano 
Il nuovo presidente ha catalizzato un vasto fronte di opposizione politica e sociale. Gente poco interessata al gioco delle poltrone, ma decisa mettere i bastoni tra le ruote del carro di Trump. Dopo le imponenti manifestazioni nel giorno dell’insediamento, si sono moltiplicate le azioni di protesta contro il nuovo muro al confine messicano, il bando per i cittadini di sette paesi, gli attacchi alla libertà femminile… Un gennaio bollente

Ne parliamo con Robertino Barbieri, che da anni ci racconta gli States sulle pagine di Umanità Nova

Appuntamenti fissi:
Le riunioni della federazione anarchica torinese, aperte a tutti gli interessati, sono in corso Palermo 46 ogni giovedì alle 21

Potrebbe anche interessarti...