IL SENTIERO DELLE AMICIZIE PERDUTE – LA PERLA DI LABUAN 19/6/2020

Riccardo




“A un certo punto dell’affluente c’è un palo con un teschio in cima da cui deriva il nome indiano del luogo. Wheel = teschio, ling = posto.” “Fort Wheeling” è la graphic novel scritta e disegnata da Hugo Pratt che ci porta nel Nuovo Mondo quando la colonizzazione degli europei é cominciata da poco e le nazioni indiane sono forti e prospere. “Quel giorno cominciò l’avventura di Criss Kenton, un virginiano di diciassette anni che i selvaggi avevano privato della famiglia”. Criss ha un amico della stessa età, insieme sono arruolati nella milizia che entra in territorio indiano. “Patrick Fitgerald era un giovane aristocratico inglese emigrato in America con la famiglia”. Poi c’é Simon che è vissuto con i Wyandot di cui è diventato un capo e ha il volto dello stesso Hugo Pratt. “La sua testa era un turbine di sensazioni. Si ricordava di quando sua madre curava lui e i suoi fratelli.” La figura più sinistra é Lew Wetzel che ha dedicato la vita a uccidere gli indiani che hanno massacrato la sua famiglia. “Lo chiamavano ‘Il vento del morto’ perché, secondo la leggenda, dove andava un gemito profondo sembrava udirsi nel bosco.” L’amicizia di Criss e Pat é messa a dura prova quando appare Mohena, una ragazza che stata rapita da piccola dagli Shawnees, della sua famiglia non ricorda quasi nulla. Ma la vita va avanti, giunge notizia che a Boston i soldati hanno sparato sulla folla, é cominciata la guerra contro il re e i due ragazzi si schierano sui fronti opposti. “Quasi ti ammazzavo! Maledetta guerra!” “Fort Wheeling” fu pubblicato per la prima volta sulla rivista argentina “Misterix” dall’aprile all’ottobre del 1962 per complessive 135 tavole e arrivò in Italia nel 1979. Hugo Pratt realizzò anche “Fort Wheeling – Nuove avventure” che apparve in Italia nel 1982 allegato alla rivista “Totem”. “Indiani sul sentiero del sole calante, si può morire in rosso o in blu, pifferi e tamburi, non c’é più talco per le parrucche, il bosco é pieno di eroi morti.” Buon ascolto.




Current track
TITLE
ARTIST