Saviano è un bugiardo!

8032807030647_FOra c’è l’imprimatur di una sentenza della magistratura,Roberto Saviano ha mentito. Ha infatti perso la causa per diffamazione che lui stesso aveva intentato contro il giornalista e compagno Paolo Persichetti (da poco libero, seppur tra fastidiose restrizioni).

Due articoli di Persichetti apparsi su Liberazione sconfessavano una telefonata che Saviano millantava in un suo libro, tra sé e la madre di Peppino Impastato, Felicia.

Racconta Saviano nel testo: “Inviavo a Felicia gli articoli sulla camorra che scrivevo, così, come per una sorta di filo che sentivo da lontano legarmi alla battaglia di Peppino Impastato. Un pomeriggio, in pieno agosto mi arrivò una telefonata: “Roberto? Sono la signora Impastato!” A stento risposi ero imbarazzatissimo, ma lei continuò: “Non dobbiamo dirci niente, dico solo due cose una da madre ed una da donna. Quella da madre è stai attento, quella da donna è stai attento e continua”. Insomma, tutto inventato.

Così Paolo raccontò quanto sosteneva da Felicia Vitale, cognata di Peppino: “La madre di Peppino non aveva il telefono e faceva le telefonate tramite me. Non mi risulta che abbia telefonato a Roberto Saviano. Faccio notare che mia suocera è morta nel 2004 e il libro Gomorra è uscito nel 2006″.

Che la storia fosse una panzana era evidente anche senza suggelli istituzionali. Ciò che però ci lascia davvero perplessi é che questo cialtrone abbia approfittato della morte della mamma di Peppino pensando di non poter essere più smentito, pensando di rafforzare il filo inventato che legherebbe un compagno che ha pagato con la vita il proprio impegno sociale a un pennivendolo di tal fatta, che non ha nulla da dire di interessante e che è uno dei peggiori prodotti dei colossi editoriali nostrani, arruolato infine nel partito di Repubblica come simbolo dell’impegno contro la mafia. Che schifo!!!

Ascolta la diretta con Paolo Persichetti

Persichetti

Condividi...Share on Reddit0Pin on Pinterest0

Potrebbe anche interessarti...