I podcast de Il colpo della strega: 20aprile2015

adesivo il colpo della strega new copy* Presentazione della Carovana Femminista organizzata dalla Marcia Mondiale delle donne, partita l’8 marzo dal Kurdistan e tutt’ora in viaggio attraverso l’Europa. Si tratta di un movimento internazionale che vede coinvolti 96 paesi (fin dal 1998) per lottare contro le cause della violenza maschile sulle donne, della povertà femminile e su una serie di altre questioni. Opera per la resistenza e la costruzione di alternative alla cultura patriarcale, capitalista, razzista, lesbofobica, e coloniale. La carovana farà tappa anche qui in Italia e prevede cortei, assemblee, e ogni tipo di azione che possa articolare la domanda dei movimenti territoriali. La diretta con Silvye del Mfla di Radio OndaRossa di Roma.

* In diretta con Silvia della Palestra Popolare Dante di Nanni del Csoa Gabrio per presentare il progetto del Festival dello sport antisessista. “L’idea del festival è quella di creare uno spazio di cura e amore, in cui intessere relazioni politiche attraverso il racconto di esperienze e situazioni relative al vivere lo sport, arricchirsi con attività di contatto, creare reti, costruire strumenti di autoconoscimento del proprio corpo e spazi di lotta e partecipazione politica… senza dimenticare il divertimento e il gioco!!!”

* Per la rubrica “Storie di donne” in avvicinamento al 25 aprile, raccontiamo la storia di tre partigiane piemontesi cadute nella lotta di resistenza al nazifascismo. Teresa, Rosa e Francesca, età diverse e modi diversi di partecipare alla Resistenza, tre donne coraggiose la cui storia non vogliamo dimenticare. L’approfondimento di Cristiana.

* La repressione durissima del Governo israeliano nei confronti di Khalida Jarrar, leader del FPLP, compagna femminista, da sempre in prima linea nella lotta di liberazione del suo popolo, nella difesa per i diritti umani e dei prigionieri politici palestinesi. Il 2 aprile scorso, Khalida è stata nuovamente prelevata dalla sua abitazione per essere sottoposta ad una detenzione amministrativa di sei mesi, notificata e stabilita senza alcun processo, confermata l’8 aprile dalla corte militare israeliana. Le motivazioni addotte riguardano apparentemente la violazione degli ordini restrittivi a suo carico, ma in realtà nel mirino vi è il ruolo di Khalida Jarrar nel Fronte, la sua partecipazione a iniziative legate alla condizione dei prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane, l’incitamento alla resistenza, e soprattutto il suo essere militante donna. La diretta con Rosa Schiano da Napoli, attivista dell’Ism.

Per riascoltare la puntata:

 il colpo della strega_20aprile2015_primaparte

il colpo della strega_20aprile2015_secondaparte

Potrebbe anche interessarti...