Inizia il Giubileo della “misericordia” tra allarme sicurezza e occupazioni

È stato inaugurato ieri da Bergoglio il giubileo della misericordia, in piazza San Pietro circa 50 mila fedeli, un numero inferiore alle aspettative anche se il prefetto Gabrielli si è affrettato a dichiarare che “non c’è stato nessun flop”. Il Prefetto ha evocato la necessità di uno sforzo di comunicazione per far capire che i controlli di sicurezza esistono e “inviare così un messaggio tranquillizzante”. Negli ultimi giorni prefettura e questura avevano già intensificato controlli, intimidazioni e identificazioni nei centri d’accoglienza e nelle occupazioni romane utilizzando l’emergenza terrorismo per cercare di “ripulire” la città in vista dell’anno santo.

E proprio ieri i movimenti di lotta per la casa riprendono parola in una città militarizzata. Mentre il papa apriva la Porta Santa per il Giubileo della misericordia i senza­casa sono entrati in due stabili abbandonati di proprietà della curia. Circa 170 famiglie hanno così trovato un tetto sulla testa risolvendo da sé la grave emergenza abitativa che attanaglia la capitale.

Ascolta la diretta con Michele, un compagno di Roma

micheledegage

Potrebbe anche interessarti...