Anarres del 19 giugno. Il “razzismo scientifico”. Dalla venere nera al divieto: i corpi razzializzati delle donne nelle colonie italiane. Universalismo e relativismo. Altri soldi ai macellai della guardia costiera libica…

anarres

Come ogni venerdì abbiamo fatto il nostro viaggio settimanale su Anarres, il pianeta delle utopie concrete. Dalle 11 alle 13 sui 105,250 delle libere frequenze di Blackout. Anche in streaming.

Ascolta e diffondi l’escopost:

 

scarica l’audio


Dirette, approfondimenti, idee, proposte, appuntamenti:

Le geografie del colonialismo. Le mappe che usiamo non sono neutre. I geografi accompagnavano le spedizioni coloniali, disegnavano mappe, che erano il segno tangibile della conquista, della presa di possesso, dell’alienazione di chi viveva senza queste mappe, dove i luoghi mutavano di nome e di senso.
Il determinismo essenzialista ha contribuito alla diffusione di un razzismo “scientifico”, che forniva le ragioni per escludere dall’universalismo dei diritti le popolazioni “costitutivamente inferiori” e, quindi, non del tutto umane.
La geografia si è intrecciata anche con l’anarchismo, contribuendo allo sviluppo di saperi altri.
Ne
abbiamo parlato con Federico Ferretti, anarchico, docente di geografia a Dublino.

I corpi razzializzati delle donne nelle colonie. Montanelli, la punta di un iceberg sommerso.

Italiani brava gente? Nel nostro paese, nonostante gli studi storici sui massacri delle truppe coloniali italiane, il mito della “diversità” italiana resiste nell’immaginario.
La vicenda della statua di Montanelli ha aperto un dibattito in cui, i difensori del giornalista fanno ricorso ad argomentazioni che si basano sul “relativismo culturale”, per rendere normale l’acquisto di una bambina di 12 anni, usata come moglie e cameriera, sotto l’ombrello del matrimonio temporaneo.
Una buona occasione per riflettere sui rapporto tra universalismo e relativismo. Lo faremo con Francesco Codello, anarchico, tra i fondatori della rete per l’educazione libertaria.


Il governo stanzia tre milioni di euro in più per la Guardia Costiera libica, nota per sparare sui migranti e per essere collusa con i trafficanti. Lo stanziamento complessivo sale quindi a 58,28 milioni per il 2020 e a 213 milioni in tre anni, nonostante le torture, stupri, ricatti, lavoro coatto inflitti a migliaia di uomini, donne e bambin*


Appuntamenti:

Tutti i giorni
appuntamento
No Tav alle 18
ai campi sportivi di Giaglione per portare sostegno al presidio permanente dei Mulini di Clarea sotto assedio

Venerdì 26 giugno
assemblea popolare No Tav
ore 21 al Polivalente di Bussoleno

Sabato 27 giugno
ore 10,30/13
punto info antimilitarista al Balon

Sabato 27 giugno
black lives matter
ore 15 da piazza Castello
Ci saremo con lo strisccione
“sicurezza è un mondo senza razzismo e polizia”

Giovedì 2 luglio
presidio
Italiani brava gente? Dalle guerre coloniali ai morti nel Mediterraneo

Ore 16,30 in via Po 16

Sabato 11 luglio
Free(k) Pride – Frocial Mass
ore 16 in piazza Castello

Wild C.A.T. Collettivo Anarco-Femminista Torinese
corso Palermo 46 – riunioni ogni martedì alle 20
FB
https://www.facebook.com/Wild.C.A.T.anarcofem/

Federazione Anarchica Torinese
corso Palermo 46 – riunioni ogni martedì alle 21
Contatti: fai_torino
@autistici.orghttps://www.facebook.com/senzafrontiere.to/

www.anarresinfo.noblogs.org

Anarres

viaggio nel pianeta delle utopie concrete

More info




Current track
TITLE
ARTIST