repressione

Era l’autunno 2012. Tre giorni di manifestazioni, scontri e violenze poliziesche. Nove anni dopo sono diventate definitive le sentenze emanate contro una ventina di attivisti di varie aree, scelti dalla magistratura come capri espiatori: per cinque di loro rischiano di aprirsi presto le porte del carcere, tutti devono affrontare spese e pignoramenti per le pagare […]

Con Gianni Carrozza, redattore di Radio Paris Plurielle, dove conduce “Vive la sociale!”, abbiamo analizzato le piazze francesi del primo, del 9 e del 15 maggio, per capire meglio le logiche che determinano un alternarsi tra repressione e lassaiz faire, che, anche grazie alla crescente pressione disciplinare legata alla gestione della pandemia, concedono o chiudono […]

Nell’info di oggi parliamo del conflitto Isreale-Palestina partendo da lontano. Ne parliamo con Carlo di The Weapon Watch, osservatorio sulle armi nei porti europei e del Mediterraneo, per comprendere i numeri relativi ai flussi di armi che passano attraverso i porti italiani e non solo. Abbiamo anche contattato il Calp (Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali) di […]

Il gigante delle telecomunicazioni cinese Huawei ha testato un proprio software per il riconoscimento facciale che può mandare un segnale di allarme alle autorità quando il sistema rivela i tratti del volto di un membro dell’etnia uigura, originaria della regione autonoma cinese dello Xinjiang. Appena la notizia si è diffusa, Huawei si è affrettata a […]

Oggi il tribunale di Barcellona si dovrebbe pronunciare sulla richiesta di scarcerazione degli ultimi sette compagni arrestati durante una delle giornate di protesta per la condanna del rapper Pau Hasel, finito in carcere per aver osato cantare contro i Borboni. Il 27 febbraio vennero arrestati 9 compagni e compagne: 3 sono stati scarcerati, 7 sono […]

Dall’inizio delle proteste che scuotono la Spagna per l’arresto di Pablo Hasel, avvenuto a metà febbraio, sono state arrestate circa 140 persone, ed è probabile che non sia ancora finita. Un episodio eclatante è salito alla ribalta, quello di un gruppo di anarchici, di cui 4 ex-torinesi, su cui si sono abbattute accuse molto pesanti […]

In Myanmar diverse sigle sindacali hanno chiamato 3 giorni di sciopero generale per protestare contro il colpo di stato militare. Dal golpe del 1º febbraio le persone continuano a scendere in piazza sfidando una repressione sempre più dura e violenta. I morti ammazzati dall’esercito nelle strade  aumentano e interi quartieri vengono messi sotto assedio per […]

Dimitri Koufontinas è ormai da 2 mesi in sciopero della fame e si trova in condizioni critiche nel reparto di terapia intensiva di Lamia. Continua incessantemente anche la solidarietà nei suoi confronti con manifestazioni estremamente partecipate. Il governo di Nea Demokratia, che si trova ormai in estrema difficoltà davanti agli eventi, risponde con una repressione […]

Qui trovate l’audio dell’approfondimento odierno dedicato agli scontri delle scorse due settimane avvenuti in Catalunya e in alcune città del resto di Spagna con particolare attenzione agli ultimi arresti avvenuti lo scorso sabato 27 di febbraio. Per otto dei 14 manifestanti arrestati sabato, sono stati confermati gli arresti e su di loro pesano numerose accuse […]

Dimitri Koufontinas, in carcere perchè membro dell’organizzazione “17 novembre”, è al quarantunesimo giorno di sciopero della fame contro una legge sulla detenzione carceraria repressiva ad hoc nei suoi confronti, ma anche potenzialmente pericolosa per il futuro di tutti i detenuti. Ieri è stato trasferito in terapia intensiva per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute. Parallelamente, […]

A dodici anni dall’omicidio di Alexis Grigoropoulos, giovane studente e militante ammazzato dalla polizia ad Exarchia, molti compagni e compagne  scendono in strada per le commemorazioni. Come per le proteste del Politecnico di Atene e la commemorazione per la caduta del regime dei colonnelli (qui l’intervista), il governo greco ha sfruttato la crisi sanitaria per […]

Venerdì 13 novembre è stato sgomberato il Politecnico di Atene. Occupato il giorno prima (qui la diretta) in occasione delle consuete tre giornate di mobilitazione in memoria dell’inizio della rivolta contro il regime dei Colonnelli (1973), che iniziò proprio al politecnico e che si ricordano ogni anno il 15, 16 e 17 Novembre. Il ministro […]


Radio Blackout 105.25

One station against the nation

Current track
TITLE
ARTIST