Bello come una prigione che brucia: il podcast del 10/09/18

 

Apriamo con una diretta con una compagna di Lecce sullo sgombero della Canaglia Occupata, il primo effettuato in risposta al decreto Salvini.

La recente introduzione del Taser per le forze dell’ordine nelle strade suscita la brama di poter accedere a questo dispositivo anche nei secondini, con tutte le conseguenze che l’impiego di uno strumento del genere può comportare in un contesto protetto da censura e frequentemente sadico come le carceri; a Brescia si registrano i primi arresti supportati dalla tecnologia di riconoscimento facciale SARI Enterprise. Questi fatti di cronaca suscitano un approfondimento su come sia possibile inserire l’utilizzo di questi dispositivi all’interno dei processi di militarizzazione e potenziamento tecnologico delle forze repressive.

Venerdì 7 agosto, nel quartiere berlinese di Kreutzberg, è stata occupata (e successivamente sgomberata) una centrale elettrica dismessa che dovrebbe ospitare il Google Campus: un’incubatrice di start-up, un ingranaggio della smart-city, un propulsore dei processi di gentrificazione del quartiere. Questa azione si inserisce all’interno di una più estesa campagna di attacco contro le appendici fisiche delle grandi strutture apparentemente immateriali del capitalismo e della sorveglianza digitali.

Ascolta il podcast della trasmissione

bello come 10 sett




Current track
TITLE
ARTIST