Walden ovvero Vita nei Boschi – Henry D. Thoreau

Henry D. Thoreau scrisse “Walden ovvero la Vita nei Boschi” nel lontano 1854, creando quello che diventò un classico della letteratura nei secoli successivi. Pur essendo così datato, il racconto suggerisce degli spunti interessanti, che abbiamo approfondito in questa puntata attraverso le letture di alcuni estratti. Nel libro, Thoreau ci narra la sua esperienza di due anni passata a vivere nei boschi di Concord (cittadina degli Stati Uniti nord-orientali), vicino al lago Walden, nel tentativo di sopravvivere in un quasi completo isolamento e nella totale autonomia quotidiana. Ciò ha significato dunque l’autocostruzione della propria abitazione con materiali provenienti dal bosco, l’autosussistenza alimentare grazie ad una modesta coltivazione del terreno, e così via.

Ma soprattutto, l’intento del filosofo è stato quello di mostrare quanto semplicemente e facilmente, muniti delle conoscenze adatte, sia possibile vivere dignitosamente senza lavorare e senza delegare la soddisfazione dei propri bisogni a qualcun altro. E proprio sui bisogni primari dell’individuo viene posto l’accento: quante necessità indotte abbiamo assorbito durante la nostra vita al punto da non immaginarci più un’esistenza senza la loro soddisfazione? Quante pene patiamo quotidianamente pur di poterle soddisfare? Thoreau ci dimostra che, a patto di rinunciare agli oggetti e alle comodità superflue, è possibile conquistarsi un bel pezzo di libertà ed autodeterminazione.

Ascolta l’audio qui:

 




Current track
TITLE
ARTIST