Anarres del 27 luglio. No Muos. W Bresci! L’era Marchionne. Toninelli, il Tav e i migranti. Santiago Maldonado, un anno dopo…

Viaggio su Anarres, il pianeta delle utopie concrete, sui 105,250 delle libere frequenze di Blackout. Dalle 10,45 alle 12,45. Anche in streaming

Ascolta il podcast:

In questa puntata:

Presentazione del campeggio di lotta e della manifestazione nazionale No Muos di Niscemi e presidio di informazione e lotta di Novara
Della situazione a Niscemi abbiamo parlato con Pippo Gurrieri del coordinamento comitati No Muos.

Era il 29 luglio del 1900. Umberto I, re d’Italia, venne ucciso da Gaetano Bresci. Fu la risposta ai cento morti, decine di feriti, migliaia di arresti durante la repressione che due anni prima si era abbattuta sulla popolazione milanese che lottava contro il carovita. Fiorenzo Bava Beccaris, il generale sabaudo responsabile della carneficina, venne decorato da Umberto per il lavoro svolto. Ce ne ha parlato Massimo Ortalli dell’archivio storico della FAI

L’era Marchionne. La morte dell’AD di FCA, sostituito ai vertici dell’azienda mentre era ancora in agonia, ci offre l’occasione per fare il punto su una delle figure chiave del capitalismo italiano di questi anni, artefice della rottura definitiva di un modello di relazioni industriali che aveva retto per decenni.

Toninelli, il Tav e i migranti

Santiago Maldonado. Un anno dopo l’omicidio durante l’attacco alla comunità resistente mapuche di Pu Lof a Cushamen. In tutta l’Argentina, e non solo, iniziative di informazione e lotta.

Le riunioni della Federazione Anarchica Torinese, aperte a tutti gli interessati, sono ogni giovedì dalle 21 in corso Palermo 46




Current track
TITLE
ARTIST