Ecologismo e agricoltura, una convivenza possibile?

 

E’ possibile unire la necessità ecologista con il soddisfacimento dei bisogni umani? E’ possibile un mondo in cui il rispetto per gli altri animali e l’ambiente che ci circonda conviva con l’agricoltura? Nella società attuale, dove l’unico metodo di coltivazione concepito e previsto dal capitale è quello industriale e intensivo, dove l’agricoltura di sussistenza viene costantemente attaccata e quasi eliminata dalle multinazionali con il loro landgrabbing, proviamo a proporre delle riflessioni e degli spunti che partono da lontano, da concetti propri del taoismo, per arrivare ad una critica radicale all’agri-business, ai suoi erbicidi (dal classico glifosato ai suoi prossimi sostituti come il dicamba), all’ingegneria genetica (che punta all’artificializzazione del vivente per fini commerciali) e a tutte quelle soluzioni che il capitale propone per risolvere la crisi ecologica in cui esso stesso ha buttato il pianeta. Le scienze convergenti, che dovrebbero salvarci dalla catastrofe, sono in realtà parte del sistema stesso che ha creato il problema, e proprio per questo non lo mettono in discussione, ma anzi, lo rinforzano con maggiori profitti, controllo e sfruttamento.

Ascolta l’audio della puntata qui:

 




Current track
TITLE
ARTIST