I podcast di 1959: le trasmissioni di settembre 2012

Mentre lentamente lavoriamo agli audio degli anni precedenti, iniziamo a caricare i podcast delle trasmissioni dedicate al 1975 andate in onda sulle libere frequenzea partire da settembre 2012; come da abitudine si parte con il racconto cronologico degli eventi relativi all’anno trattato e poi a seguire i vari approfondimenti, il tutto ovviamente accompagnato da musiche dell’anno trattato, in questo caso dunque il 1975. Per ragioni tecniche trovate le trasmissioni per intero (o quasi) ma divise in file di 30/40 minuti circa

Puntata trasmessa il  7/9/2012

Il 1975: cronologia primi sei mesi

Prima parte

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/1975-Cronologia-gennaio-giugno-parte-1.mp3|titles=1975- Cronologia gennaio- giugno parte 1] Scarica file

Seconda parte

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/1975-Cronologia-gennaio-giugno-parte-2.mp3|titles=1975- Cronologia gennaio- giugno parte 2] Scarica file

Terza parte

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/1975-cronologia-gen-giugno-parte-3.mp3|titles=1975- cronologia gen-giugno parte 3] Scarica file

Quarta parte

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/gen-giugno-1975parte 4.mp3|titles=gen-giugno 1975parte 4] Scarica file

Puntata trasmessa il 14/09/2012

Lettura del libro “Cristo con il fucile a spalla” di Ryszard Kapuscinski; una raccolta di dieci reportages realizzati dal celebre giornalista polacco e dedicati ai giovani ribelli del Sud del mondo ed alle loro lotte. La prima edizione del libro risale al 1975, ma nonostante il successo del libro in tutto il mondo e di altri lavori del celebre inviato speciale, non era mai stato stampato in Italia. Durante la trasmissione viene letto il primo capitolo dedicato ai Fedayin.

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/Trasmissione-del-14-settembre-2012-parte-1.mp3|titles=Trasmissione del 14 settembre 2012 parte 1] Scarica file

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/14-sett-2012-parte-2.mp3|titles=14 sett 2012 parte 2] Scarica file

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/14-sett2012-parte-3.mp3|titles=14 sett2012 parte 3] Scarica file

 

Puntata trasmessa il 28 settembre 2012

La cronologia del 1975: luglio- dicembre

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/Trasmissione-del-28-sett-2012-parte-1.mp3|titles=Trasmissione del 28 sett 2012 parte 1] Scarica file

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/28-sett-2012-parte-2.mp3|titles=28 sett 2012 parte 2] Scarica file

L’aprile rosso

Il 16 aprile 1975 il fascista Antonio Baraggion sparò e uccise lo studente Claudio Varalli, di 17 anni, che tornava con altri studenti verso l’università Statale di Milano dopo una manifestazione per il diritto alla casa. Scoppiò immediatamente la rivolta in città ed iniziarono i primi scontri con la polizia.

Il giorno successivo un grosso corteo attraversò Milano distruggendo diversi bar riconosciuti come abituali ritrovi dei fascisti, due sedi dell’ MSI e gli uffici della compagnia aerea di stato spagnola Iberia, per poi dirigersi verso la federazione dell’ MSI di via Mancini difesa da un ingente presidio di poliziotti e carabinieri. Gli scontri che seguirono furono durissimi, undici mezzi blindati dei carabinieri vennero bruciati, mentre la polizia sparò anche diversi colpi d’arma da fuoco. Alle 12 e 40 un camion dei carabinieri si lanciò contro un gruppo di manifestanti con l’intento di investirli, travolgendo e uccidendo Giannino Zibecchi.

Lo stesso giorno a Torino la guardia giurata Paolo Fiocco, assegnatario alla Falchera,  uccise con un colpo di pistola Tonino Miccichè, esponente del Comitato casa di Lotta Continua, mentre con alcune decine di occupanti del quartiere cercava di far sgombrare un box che il Fiocco voleva tenere in più per se stesso.

Il 18 aprile un’altra manifestazione uscì dall’università sfilando per il centro, dal corteo iniziarono gli assalti per distruggere gli uffici di noti avvocati missini, come quello del senatore Gastone Nencioni, e la sede del giornale di destra “il Borghese”.
Intanto le manifestazioni si estesero alle altre città italiane, e a Roma, durante gli scontri con la polizia per l’assalto alla sede del MSI, venne ferito gravemente il militante autonomo Sirio Paccini, che rimarrà paralizzato. A Firenze la polizia ammazzò Rodolfo Boschi e ferì Francesco Panichi durante un corteo antifascista.
Cortei e scontri durarono fino ai funerali di Varalli e Zibecchi a cui parteciparono decine di migliaia di persone.

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/28-sett-2012-parte-3.mp3|titles=28 sett 2012 parte 3] Scarica file

[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/11/28-sett-2012-parte-4.mp3|titles=28 sett 2012 parte 4] Scarica file

 




Current track
TITLE
ARTIST