IL FANTASTICO NELLA NORMALITA’ – LA PERLA DI LABUAN 28/9/2018

Riccardo


“Il giorno in cui la cosa iniziò avevo lasciato l’ufficio a mezzogiorno. Mi chiamo Tom Wallace, lavoro per gli stabilimenti North Aircraft, nell’ufficio pubblicità, e vivo con mia moglie in una casa d’affitto”. Richard Matheson inventò il “fantastico nella normalità”: non più castelli, abazie e cimiteri, tra pipistrelli e civette, ma persone normali in situazioni normali, quasi banali. Tom, il protagonista narrante di “Io sono Helen Driscoll” del 1958 in un’allegra serata tra amici si presta a un esperimento di ipnosi, da allora legge i pensieri degli altri e la sua vita cambia. “Tutti questi fatti avvenivano in quel pacifico vicinato di graziose casette al sole. Il vicinato era composto da due universi, presentava al mondo un aspetto lindo e sorridente, mentre al di sotto ne nascondeva un altro completamente diverso, disgustoso e contorto.” Helen Driscoll è la donna che solo Tom può vedere, assassinata nella sua graziosa casetta prima del suo arrivo e che ora reclama giustizia.  Il “fantastico nella normalità” sarebbe diventata la chiave narrativa dominante di Stephen King che riconosce il suo debito nei confronti di Richard Matheson. La storia di Franz Anton Mesmer, scopritore del “sonnambulismo magnetico” e precursore dell’ipnosi, genio per alcuni e ciarlatano per altri. Nel 1954 Richard Matheson aveva scritto “Io sono leggenda” pubblicato in Italia come “I vampiri” che ebbe tre trasposizioni cinematografiche. Nel 1971 sceneggiò “Duel”, il film d’esordio di Steven Spielberg, e poi alcuni episodi di “Ai confini della realtà”.  Buon ascolto.




Current track
TITLE
ARTIST