Macerie su Macerie – 24 febbraio 2017

Dal resoconto del presidio davanti al CPR (ex Cie) di corso Brunelleschi avvenuto domenica scorsa, fino a planare sulla pista di atterraggio della capitale insieme ai tanti nigeriani clandestini imbarcati su un charter per Lagos, come voleva la famigerata circolare del Ministero degli Interni; dai militanti per la casa nostrani intenti ad autorecuperarsi, fino a volgere lo sguardo oltre l’oceano, sulle “gabbie” di Hong Kong, sui letti affastellati in piccole stanze di palazzi marcescenti in cui i poveri e gli sfruttati di quell’enclave fiscale e commerciale della Cina passano le loro nottate, guardando il mondo a quadretti che scorre dietro le finestre.

Vi proponiamo qui alcune immagini intense dal quartiere operaio di West Kowloon:




Current track
TITLE
ARTIST