Macerie su Macerie – 28 aprile 2017. TAP e dintorni

Nella notte tra mercoledì 26 e giovedì 27 aprile la polizia è giunta in forze al cantiere TAP di Melendugno per terminare l’espianto degli ultimi ulivi rimasti, prima di poter iniziare a scavare nelle profondità. A nulla sono valse le parole e gli accordi tra il sindaco del paesino e la multinazionale, a nulla sono valsi i tanti ricorsi legali, e anche le barricate che si erano rese necessarie davanti all’inconcludenza di queste misure “convenzionali” sono state ora rimosse dall’intervento delle forze dell’ordine.

Con una compagna che vive e lotta in loco, ci siamo lanciati in un aggiornamento cronachistico circa gli ultimi accadimenti, contornandolo di alcuni flash utili a delineare le modalità organizzative della lotta, i motivi che possono spingere a intraprendere vie più forti ed efficaci, i possibili scenari da qui al medio termine. Consapevoli che di un’esperienza così giovane e in costante mutamento non si può ancora dare una visione lineare ed esaustiva.




Current track
TITLE
ARTIST