NESSUN UOMO TRA NOI – LA PERLA DI LABUAN 22/3/2019

Riccardo


“Talestri, regina delle Amazzoni, volle conoscere Alessandro e gli andò incontro accompagnata da trecento donne. Quando gli fu davanti, scese da cavallo impugnando due lance nella mano destra.” (Curzio Rufo) Le Amazzoni vivevano tra il Mar Nero e il Caucaso, nella città di Temiscira presso il fiume Termodonte. Contro di loro combatterono Eracle, Teseo e Achille. Di loro scrissero Erodoto, Omero, Diodoro Siculo e Curzio Rufo. Per alcuni secoli furono la “terza via” dopo il patriarcato e il matriarcato. Poi furono dimenticate, e oggi appaiono solo in romanzi fantasy ma non nei libri di storia. Nel linguaggio comune il termine Amazzone indica riduttivamente una donna-cavallerizza o una donna-soldato. Ma ha permesso ad alcune scrittrici di esprimere sensibilità e aspirazioni antiche e moderne. “Quando vedeva le donne al telaio o nelle cucine, Jaisel avvertiva una spinta sempre più forte al viaggio, al volo, alla fuga.” (Tanith Lee) Gillian Fitzgerald ci racconta la storia di Maeve, la principessa irlandese che deve combattere contro i pregiudizi maschili e chiede l’aiuto della dea Morrigan. “Signora delle Battaglie, Regina dei Fantasmi, chiedo la tua benedizione e spero che tu voglia accettare questa libagione in cambio della tua ospitalità.” Questi e altri racconti di altre scrittrici sono contenuti nell’antologia “Amazzoni ed eroine – L’heroic fantasy al femminile” curata da Jessica Salmonsson che sfoglieremo oggi. Ma le Amazzoni non hanno smesso di guardarci dalle antiche pitture vascolari e dai bassorilievi, e nel 2012 alcuni ritrovamenti archeologici nalla zona del Mar Nero hanno rivelato che forse non furono solo mito e fiaba. Buon ascolto.

Per chi vuole saperne di più:

Vanna de Angelis “Amazzoni – Mito e storia delle donne guerriere” Piemme, Casale Monferrato 1983




Current track
TITLE
ARTIST