Continua la mobilitazione dei lavoratori del Caat di Torino

Scritto dasu 24 Ottobre 2014

ZBH1PZUW5892-1722-k9FB-U10301165978099rsC-428x240@LaStampa.it

I lavoratori del Caat di Torino continuano la lotta per il raggiungimento dei loro diritti. Dopo lo sciopero di giovedì scorso, i lavoratori hanno deciso di portare avanti lo sciopero in diverse forme, preparando una grande giornata di lotta che avrà luogo nelle prossime settimane e che si sta costruendo attraverso varie assemblee.

Riportiamo qui sotto una parte del comunicato dei Cobas, con cui i lavoratori dichiarano di voler andare avanti nella loro lotta.

Lo sciopero di giovedì 16 ottobre è un passo avanti, oltre il 90 % dei lavoratori hanno aderito, a nulla è valso lo spropositato uso delle forze dell’ordine, se non a creare inutili tensioni.

Grossisti, diverse cooperative e Caat, anche se a parole fanno dichiarazioni di rinnovamento (a luglio l’impegno davanti all’assessore Mangone era di “partire dall’anno Zero”) , nella pratica continuano a favorire l’associazione a …….. sfruttare, quando persone come Manolino (presidente del Caat) dichiara ” inaccettabili le rivendicazioni dei lavoratori”.

Ricordiamo al sig. Manolino, che tanto impegno mette a minacciare e a contrastare le proteste e le rivendicazioni dei lavoratori, che tale situazione di semi illegalità interna al CAAT vige da anni, ma mentre anche le pietre sapevano, lui forse non vedeva e non sentiva, ma grazie alla protesta dei lavoratori e del Sicobas, la merda è venuta galla.

Andiamo avanti,per noi l’anno zero dei diritti dei lavoratori
è veramente partito !

Ascolta la diretta con Franco dei Cobas Torino

franco_cobas_facchini_24_10_014

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST