Tierra o muerte: Hugo Blanco precursore delle emancipazioni in Perù

Scritto dasu 30 Aprile 2015

Hugo Blanco si aggira per la Valle (sarà presente in Clarea domani Primo Maggio e poi in serata a Bussoleno, nella Sala Consigliare di via Traforo 62) e ci sembra una coincidenza perfetta la sua presenza in occaione della festa del lavoro, visto l’impegno di  tutta una vita per affranacare la sua terra dal latifondo (e sentiamo da Carolina, una compagna peruviana che vive in Italia da 25 anni, con quanto affetto ricorda che il Perù fu il primo stato sudamericano a fare una riforma agraria sulla spinta delle lotte di Hugo Blanco), perseguitato, esule, incarcerato, ricercato da vari dittatori: da Pinochet a Fujimori. Eppure ancora adesso ultraottantenne lotta per l’acqua e per la causa dei minatori con l’energia e il vigore di quando scriveva Tierra o muerte.

Ma lasciamo la parola a Carolina che lo presenta sottolineando il riconoscimento che le sue rivendicazioni sono sempre state un passo avanti alla storia e l’hanno indirizzata

Unknown


Current track
TITLE
ARTIST