bambini scomparsi

Tra i problemi relativi alle migrazioni forse uno di quelli meno conosciuti riguarda la sparizione di tantissimi bambini che arrivano in Italia. Molti ragazzi che affrontano il lunghissimo viaggio carichi di speranze vengono puntualmente traditi dall’accoglienza che la Fortezza Europa gli riserva, infatti i diritti (allo studio, alla salute, ecc) che dovrebbero essere assicurati nei centri per minori non accompagnati spesso sono negati o insoddisfacenti per chi ambisce a un futuro migliore. Tanti giovani scelgono perciò la fuga e di molti di questi se ne perde completamente traccia, fino al raggiungimento della maggiore età in cui vengono cancellati dalle liste dei minori scomparsi. Questo gap ha alterato considerevolmente i numeri riguardanti questo fenomeno sottolineando l’incapacità istituzionale di affrontare il problema: mancano assolutamente attività di prevenzione e di ricerca, oltre a reali possibilità di inserimento per i minori stranieri nella nostra società. Tantissimi ragazzi evasi dal percorso istituzionale d’accoglienza diventano “invisibili” e trovano nella malavita organizzata la sola possibilità per sopravvivere e ripagare i debiti conseguiti per il viaggio verso l’Europa. Caporalato, spaccio di droga e prostituzione sono spesso le sole alternative possibili per questi ragazzi che hanno rinunciato a qualsivoglia status legale. Per molti i tempi biblici di inserimento dai centri d’accoglienza al mondo del lavoro non combaciano con la fretta di estinguere i debiti conseguiti nei paesi d’origine. Questo mercato nero di esseri umani ha fatto sì che direttamente nei paesi di “smercio” dei migranti come Libia ed Egitto i trafficanti possano già indirizzare e vendere i ragazzi ancor prima dello sbarco in Italia, se non proprio farli a pezzi e venderne gli organi, mercato in grandissima espansione che si inserisce nel contesto di classe in cui i ricchi possono rubare tutto ai poveri, dalle risorse naturali fino agli organi interni.
Ne parliamo con Alessandro Mauceri scrittore e promotore della Kiwanis I-Day  giornata degli irreperibili




Current track
TITLE
ARTIST