inizio lavori al Camp Derby e Guerra Lunga – puntata del 26 settembre

Sono incominciati i lavori di taglio degli alberi nella pineta del Tombolo tra Pisa e Livorno per la costruzione della ferrovia che andrà a collegare la base americana di Camp Derby al Porto di Livorno e all’aeroporto di Pisa.

Costruita nel 1951 la base di Camp Derby è oggi la più ampia base statunitense al di fuori del territorio nazionale e fa risparmiare all’esercito a stelle e strisce una buona parte di tempo per rifornirsi di artiglieria leggera e pesante. Nell’ultimo quinquennio le armi depositate a Pisa hanno alimentato le guerre in Siria, Iraq e Yemen, mentre i vari amministratori locali e regionali spianavano la strada per la realizzazione di queste migliorie logistiche: la ferrovia nella pineta e il ponte girevole sul canale dei Navicelli.

Questi interventi del Pentagono non si limitano all’Italia, ma trovano terreno fertile in tutta Europa, soprattutto nei paesi che condividono i confini con la Russia, la Polonia in particolar modo. Questo quadro strategico vede il Vecchio Continente come Hub logistico dell’esercito statunitense in vista di una guerra senza confini contro Russia e Cina, oltre all’ormai martoriato Medio Oriente.

Attraverso l’analisi di Michael Klare “Foreign Policy in Focus” possiamo capire, attraverso le parole dei generali del Pentagono, le strategie militari che coinvolgono tutto il globo, infatti terminata la “guerra al terrorismo” durata più di 15 anni ci si appresta ad entrare in una “guerra lunga” dove le superpotenze economico-militari si affronteranno a colpi di dazi e hacker intanto che gli eserciti creano avamposti e linee di tensione. Dal Mar Baltico al Mar Cinese meridionale, dalla Siria alla Corea del Nord, ogni angolo del mondo è compromesso e minacciato dal giogo di una guerra che potrebbe scoppiare da un giorno all’altro.

per ascoltare il podcast premi qui:

 




Current track
TITLE
ARTIST