Polizia Criminale

Il recente arresto di quattro agenti in servizio alla mobile di Bologna, accusati di aver pestato, sequestrato e derubato due immigrati durante un controllo ha mostrato la punta di un iceberg.
Gli episodi contestati sono due, e risalgono alla scorsa estate. In un caso la vittima fu rapinata di 600 euro da un equipaggio durante un controllo in periferia. In un altro caso, un nordafricano è stato ammanettato, caricato su un’auto, portato in campagna, malmenato, buttato nel prato e derubato di 900 euro, del cellulare e anche delle scarpe.
Pare che alla questura di Bologna fosse uno sport molto diffuso. D’altra parte niente di più facile che prendersela con immigrati senza documenti accusati di spaccio, facilmente ricattabili. La polizia si è affrettata a rilasciare dichiarazioni sulla natura eccezionale del caso, ma la criminalità della polizia non è questione di mele marce, di casi isolati, ma pratica quotidiana. Lo sanno bene tutti coloro che incappano in un controllo, anche di quelli “normali”.

Ne abbiamo parlato con Robertino Barbieri, redattore di Psycoattiva, impegnato da anni nella denuncia della normale criminalità delle forze dell’ordine: [audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/03/2012-03-22-robertino-barbieri-criminalità-del-potere.mp3|titles=2012 03 22 robertino barbieri criminalità del potere]

scarica l’audio dell’intervista




Current track
TITLE
ARTIST