Verso uno stato unico nella Palestina storica

Scritto dasu 10 Settembre 2012

“Palestina bene comune. Verso uno stato unico nella Palestina storica” è il titolo del documento programmatico di ISM-Italia del luglio 2012.

Questa prospettiva viene posta in primo piano rispetto all’illusione “due popoli – due stati” (non a caso sponsorizzata dai governi filoisraeliani), che tra l’altro precluderebbe il diritto al ritorno dei profughi nelle terre di origine.

La prospettiva dello Stato Unico, ribadita in un seminario internazionale recentemente tenutosi a Monaco di Baviera, è al centro di una serie di incontri promossi da ISM-Italia, il 9 settembre a Teramo, il 10 a Roma e poi il 15-16 a Ivrea dove si terrà un corso di formazione per attivisti che vogliono fare un’esperienza in Palestina.

Secondo Alfredo Tradardi di ISM-Italia la questione palestinese è una delle lotte alla quale siamo chiamati a portare il nostro contributo come parte dell’impegno generale in difesa dei deboli e degli sfruttati, in quanto i complici dell’occupazione sionista in Palestina sono quelle stesse forze che attaccano i diritti dei lavoratori e dei cittadini in Italia e nel resto dei paesi occidentali.

Mentre continua la campagna internazionale di boicottaggio (e in questo l’Italia è piuttosto indietro rispetto ad altri paesi), si segnalano gli sforzi da parte di molti soggetti in Palestina di ridare una unità al movimento di liberazione ristrutturando l’OLP e chiedendo anche ai palestinesi dispersi nelle varie parti del mondo di registrarsi in vista di eventuali prossime elezioni.

Ascolta l’intervista di questa mattina con Alfredo:

Palestinabenecomune10.9


Current track
TITLE
ARTIST