No Muos: 5.000 a Niscemi contro i radar

Scritto dasu 9 Ottobre 2012

Si è svolto sabato il corteo nazionale No Muos a Niscemi. Tra le quattro e le cinquemila persone hanno sfilato in corteo per far risuonare la propria ostilità alla costruzione delle antenne del MUOS, il “Mobile User Objective System” contro cui da anni il movimento esprime il proprio dissenso.

L’elevata partecipazione arrivata da più parti della Sicilia ha voluto quindi rendere chiaro a yankee e media quanto rumore gli attivisti siano pronti a creare per prendere voce in capitolo.

La manifestazione si è svolta in una giornata che si è rivelata promettente sin dalle prime battute, con la notizia che la Procura di Caltagirone ha disposto il sequestro delle antenne della base della marina militare statunitense attraverso il Gip e l’intervento di polizia municipale, carabinieri e avieri del 41° stormo. Il provvedimento è stato preso per via del regime di assoluta inedificabilità cui è sottoposta la sughereta che circonda la base U.S.A..

Il corteo ha mantenuto il percorso originario e, partendo da contrada Apa, ha raggiunto la base militare in contrada Ulmo continuando a urlare lo sdegno verso chi antepone gli interessi militari e di controllo globale a quelli della salute e della tutela del territorio. L’evento del sequestro ha sicuramente influito positivamente sugli umori di una piazza sempre più determinata e consapevole che da una parte si tratta di impedire un progetto velenoso e nefasto per la popolazione di Niscemi e dintorni, dall’altro si tratta di intralciare l’investimento importante di un’intelligenza militare che già disegna gli scenari dei futuri conflitti nell’area mediterranea.

 

Ascolta la diretta con Pippo Gurrieri attivista del movimento NO MUOS e di Sicilia Libertaria
[audio:https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2012/10/Pippo-Gurrieri.mp3|titles=Pippo Gurrieri]  scarica file
Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST