Università. Dove sono le 5mila borse di studio non erogate?

Scritto dasu 8 Febbraio 2013

Ieri il Tar del Piemonte ha accolto il ricorso contro l’Edisu, la Regione, il Politecnico, l’Università di Torino quella del Piemonte orientale e quella di Scienze gastronomiche sulla mancata erogazione di oltre 5 mila borse per il diritto allo studio universitario nell’anno accademico 2011/12.

I giudici hanno ordinato alla Regione e all’Ente regionale per il diritto allo studio – in base alle rispettive competenze – che le graduatorie vengano rideterminate e assegnati agli studenti gli importi economici che spettavano loro. In totale, secondo i calcoli dei ricorrenti, due milioni di euro (12 quelli richiesti dagli studenti). Inoltre, una quota delle tasse universitarie pagate da ogni iscritto alimenta il fondo per garantire le borse di studio agli studenti che ne hanno diritto. Un monte di risorse che sommate a quelle di Stato e Regioni, in Piemonte come in tutta Italia, garantisce un contributo allo studio a chi non si può permettere di pagare tasse universitarie sempre più esose.

Una lotta quella per il diritto allo studio che non si può certo fermare davanti alle rivendicazioni giuridiche e ad una sentenza del Tar.

Ascolta il commento di Francesca, studentessa della Verdi15 Occupata di Torino

Francesca_diritto_studio

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST