Mercoledì 13 a Cuneo presidio solidale con gli antifascisti imputati per gli scontri contro Casa Pound

Scritto dasu 11 Marzo 2013

Attenzione: processo rinviato al 27!

Il prossimo 13 marzo si terrà un’importante udienza del processo che, dal gennaio 2012, vede imputati gli antifascisti accusati di aver tentato concretamente di chiudere il covo di Casa Pound a Cuneo nel giorno della sua inaugurazione, nel febbraio 2011.

Un processo, anticipato a suo tempo da arresti e misure cautelari, la cui finalità è stata fin dall’inizio, al di là di perseguire le responsabilità penali degli imputati, quella di criminalizzare l’antifascismo, riabilitare le forze dell’ordine (il cui dispositivo per evitare scontri quel giorno fece una magra figura) e far passare gli squadristi di Casa Pound per povere vittime di un’insensata aggressione.

Nel teatrino processuale, il ruolo di primadonna è stato sicuramente ricoperto dalla PM Nanni, autentica paladina dei teoremi della Questura che (come dimostrano anche successive vicende giudiziarie che vedono alcuni di noi nuovamente sotto accusa) finalmente può contare in Procura di una sponda compiacente che forse in passato non era sempre e comunque garantita.

Nell’udienza del 13 marzo gli imputati saranno presenti in aula, con i testimoni della difesa che metteranno in evidenza le motivazioni politiche delle vicende per cui sono imputati, per rivendicare con forza e dignità il sincero antifascismo e l’amore per la libertà che  hanno animato e animano gli scontri contro i “fascisti del III millennio”. In occasione del processo si svolgerà in Piazza Galimberti a Cuneo dalle 14, un presidio solidale con gli antifascisti sotto processo.
Ascolta la diretta con Guido, uno degli imputati

cuneo

 

 

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST