Bologna. Gli studenti resistono alle provocazioni della polizia

Scritto dasu 24 Maggio 2013

via-zamboniBologna, ieri manganellate contro un assemblea autorganizzata di studenti e lavoratori.
a polizia cerca di interrompere un’assemblea pubblica insieme alle lavoratrici della Sodexo, ma una forte resistenza impedisce il vile tentativo.

Ieri sera in via Zamboni a Bologna, si stava svolgendo una assemblea organizzata dal C.U.A. a cui erano invitate a parlare della propria esperienza di lotta le lavoratrici delle pulizie Sodexo di Pisa. Poco dopo l’inizio dell’assemblea si sono presentati polizia e carabinieri con l’intento di sciogliere l’assemblea e portare via l’amplificazione. La determinazione degli studenti e delle studentesse ha risposto però bene alla provocazione della polizia nonostante diverse cariche. Infatti l’assemblea seppur in un clima “movimentato” è proseguita e giunta al termine.

La zona universitaria bolognese è sempre al centro di politiche repressive che cercano da un lato di creare dispositivi mediatici per mettere contro studenti e residenti mentre dall’altro cercano di trasformarla in un grande centro commerciale in cui non sono ammesse neanche delle assemblee pubbliche.

Ascolta la diretta con Michele del Collettivo Universitario Autonomo di Bologna

michele_cuaBologna_24_05_2013

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST