Siria: jihadisti europei al servizio della Nato

Scritto dasu 20 Giugno 2013

qwats9iaeud9yt8he2sn

I

Questa mattina abbiamo sentito in diretta Luigi del Comitato contro la guerra di Milano sulla situazione siriana.

La Nato e i suoi infidi alleati regionali (Qatar in primo luogo) alimentano l’afflusso di armi e miliziani islamici per combattere il governo di Damasco, per lo più dal confine turco.

La rivolta popolare del marzo-agosto 2011 ormai da tempo è cancellata, sopraffatta dalla barbarie della guerra per procura.

In particolare prendendo spunto dalla vicenda del 23enne genovese ucciso a Qusayr si prova ad analizzare fenomeno dei “jihadisti europei” e di come nel caso della Siria (cioè in una situazione diametralmente opposta alle aggressioni imperialiste a Iraq e Afganistan) l’idea forza della “guerra santa” venga utilizzata dalle potenze Nato per i propri interessi.

Ascolta/scarica l’audio (circa 25 min.):

2013.06.20-luigi_nowar

Il blog del Comitato contro la guerra di Milano:

http://comitatocontrolaguerramilano.wordpress.com/

 

 

Contrassegnato come:

Current track
TITLE
ARTIST